Sign in / Join
recuperare la password di un wallet bitcoin

Come recuperare la password di un wallet bitcoin

In questo articolo spiegherò come recuperare la password di un wallet bitcoin ( ma il ragionamento va bene anche per altre criptovalute ).

Recuperare la password di un wallet bitcoin

Può accadere ( e vi sono moltissime storie in proposito ) di aver acquistato determinate quantità di criptovalute in passato ma di non ricordarsi come accedervi. Mi spiego meglio, ipotizziamo di aver acquistato nel 2012 1 BTC (1 Bitcoin) e di averlo ricevuto su un determinato indirizzo generato su un wallet ( portafoglio ) sul proprio computer ( ad esempio, su Multibit classic versione 0.5 ), di aver apposto una determinata password ma di non averla salvata in alcun luogo fisico.

A distanza di oltre cinque anni, alla luce dell'incremento di valore dei Bitcoin, ci si potrebbe ricordare di un vecchio portafoglio esistente da qualche parte sul proprio elaboratore e, una volta individuato, si desidererebbe accedere al prezioso Bitcoin ivi memorizzato.

Sorge, tuttavia, un ostacolo non preventivato: password del portafoglio dimenticata.

Cosa fare?

La prima attività da compiere nell'immediato è effettuare un backup di tutto il portafoglio. Solitamente occorre cercare un file denominato wallet.dat ( se si utilizza il client ufficiale Bitcoin ) o, nel caso di Multibit, un file con estensione .key ( solitamente individuabile nella cartella key-backup ) e salvarne una copia in altra destinazione ( meglio se una chiavetta USB ).

Completata questa attività possiamo iniziare con il tentativo di recupero.

Consiglio di utilizzare uno specifico tool chiamato BTCRECOVERSi tratta di un programma eseguibile da riga di comando che applica il metodo brute force, attraverso il quale vengono applicate tutte le soluzioni teoricamente possibili fino ad individuare quella effettivamente corretta.

Poiché, tuttavia, il numero delle soluzioni teoricamente possibili cresce in modo esponenziale, è necessario "restringere" il campo di ricerca, fornendo al sistema una serie di parametri dai quali partire ( che potrebbero essere costituiti da "frammenti" della password da ricercare ). Ad esempio, potremmo ricordarci vagamente dell'esistenza di una password di quattro caratteri che iniziava per "p" e che finiva con un numero.

Seguendo le istruzioni del programma BTCRECOVER, potremo creare un piccolo file di testo con estensione .txt, per fornire al software i criteri di ricerca.

 

 

In questo caso abbiamo detto al programma di ricercare una password di 6 caratteri dove:

  • il primo carattere è una "p", "P", "s", "t", "T" o "S";
  • il secondo carattere è una vocale minuscola o maiuscola
  • il terzo carattere è una qualsiasi lettera minuscola o maiuscola o un numero (e lo stesso vale per il quarto)
  • il quinto carattere è un numero da 0 a 9

A questo punto, avviamo il nostro software che calcolerà circa 10 milioni di combinazioni e ritroverà la nostra agognata password "PiZo7" che potremo utilizzare per accedere al nostro wallet.

In questo caso abbiamo avuto la "fortuna" di ricordarci che la nostra password iniziava per "p", "t" o "s" e che era seguita da una vocale e terminava con un numero (il tutto in 5 caratteri).

Se fosse stata una password più lunga, probabilmente avremmo avuto necessità di molte più combinazioni ( è facile arrivare a centinaia di migliaia di miliardi ).

Dobbiamo tener presente che il software processa centinaia di migliaia di password al secondo (vedi il "rate" di 171,40 KP/s). Avere a disposizione un sistema a 8 core consente, dai test effettuati, di raggiungere la velocità di 800 KP/s circa, con sensibile accorciamento dei tempi di ricerca.

Regole d'oro per recuperare la password di un wallet bitcoin

Fondamentalmente, alla luce di quanto indicato sopra, è necessario:

  1. avere una idea più o meno vaga di quella che potrebbe essere la password (quanto meno ricordarsi se iniziava con una consonante o una vocale)
  2. avere una idea più o meno vaga della lunghezza
  3. avere a disposizione una elevata potenza di calcolo.

Quanto abbiamo detto vale esclusivamente nell'ipotesi di wallet detenuto sul proprio elaboratore. Nel caso di accesso non autorizzato a piattaforme di exchange, vi invito a valutare la fattibilità di un'azione legale.

 

 

Leave a reply

*

Stanco dei soliti modelli di contratto trovati Online? Scopri Yourcontract!
Inizia ora
close-image

Utilizziamo cookie, anche analitici e di profilazione di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy. Regola le preferenze in Impostazioni Cookie