Secondo il Tribunale di Amburgo l’utilizzo del software plug-in JDownloader2 costituisce una violazione del diritto d’autore

Il Tribunale di Amburgo (Landgericht Hamburg) ha, con sentenza pronunciata in data 25 aprile 2013, emesso un provvedimento cautelare che vieta la produzione, distribuzione e/o detenzione a scopi commerciali del software JDownloader2 poiché il suo uso costituirebbe una violazione del diritto d’autore tedesco.

I ricorrenti avevano presentato ricorso cautelare contro la società che produceva il software plug-in JDownloader2, nonché contro il legale rappresentante della stessa, nel quale veniva asserito che tale software consentisse agli utenti del software oggetto di contestazione di eludere il metodo crittografico Real-Time Messaging Protocol (RTMPE) presente sul sito www.my.video.de (il quale doveva essere interpretato come una misura tecnologica di protezione ai sensi dell’articolo 95 bis, comma 2, della legge tedesca sul diritto d’autore), consentendogli di scaricare illegalmente da quest’ultimo sito video musicali e registrazioni audio.

Il Tribunale di Amburgo ha riconosciuto la legittimazione della società ricorrente – in quanto detentrice dei diritti dei produttori fonografici e cinematografici’ sulle registrazioni audio oggetto di riproduzione abusiva da parte del software contestato – di agire contro l’elusione di misure tecnologiche di protezione (quale il Real-Time Messaging Protocol) posta in essere dal software contestato sul sito my.video.de e prevenire lo scaricamento illegale di opere dell’ingegno su tale sito.

Il Tribunale tedesco, nell’emettere provvedimento cautelare de quo, ha ritenuto sussistere il periculum in mora in base al presupposto che, in presenza di una singola violazione del copyright, sussiste un rischio che ulteriori violazioni possano ripetersi in futuro.

This post is also available in: Inglese